Protocolli COVID

Ecco come ci prepariamo a darvi il benvenuto

Durante questi ultimi mesi siamo stati circondati da notizie relative al coronavirus, quell’organismo microscopico responsabile dei tempi difficili che stiamo attraversando. E uno dei temi ricorrenti legati al coronavirus sono le misure che dobbiamo prendere per prevenire il contagio. In questo contesto, ci sembra importante trattare questi aspetti anche in relazione agli affitti di vacanze.

Il pulizia dei nostri appartamenti è uno degli aspetti fondamentali per ACV in qualsiasi occasione. Ancora di più in questo momento, quando la salute dei nostri clienti è la cosa più importante. Abbiamo già stabilito un rigido protocollo di pulizia e disinfezione in ogni stanza dell’appartamento, con un registro di disinfezioni a disposizione dei clienti e gel idroalcolici in ogni casa. I nostri prodotti disinfettanti sono approvati dal Ministero della Salute per tali scopi.

Il ricevimento per i nostri clienti sarà online. Ci prenderemo cura di tutto il lavoro di base in modo che tutto quello che dovete fare nei nostri uffici è ritirare le vostre chiavi. Abbiamo proceduto a limitare la capacità nei nostri locali e a garantire la distanza di sicurezza. Per evitare il maggior numero possibile di contatti, accettiamo solo pagamenti con carta di credito.

Il nostro biancheria da letto viene lavato ad alte temperature con prodotti disinfettanti. Saranno consegnati in sacchetti sigillati.

In breve, la chiave è che vengano prese tutte le misure necessarie per evitare il contagio e che l’esperienza dei nostri ospiti sia eccellente.  Continueremo a migliorare affinché la vostra vacanza sia perfetta.

Cordiali saluti,

Dipartimento di gestione ACV

INSIEME CE LA FAREMO

Assicurazione annullamento viaggio – Coperture per COVID-19

Controlla qui la nostra assicurazione di cancellazione del viaggio e la sua copertura aggiornata a causa della pandemia.

Consapevolezza di Covid 19

Diciamo che vi svegliate con una tosse terribile, febbre e dolori al corpo. Immediatamente, vai dal medico e purtroppo ti viene diagnosticato il Covid-19. Nelle ultime due settimane, non sapevate di essere infetti e avete ignorato “le regole”. Hai incontrato alcuni amici per una pizza, hai invitato della gente e sei persino andato in un parco e in una spiaggia. Hai pensato: “Non mi sento male. Ho il diritto di continuare a vivere una vita normale. Nessuno può dirmi cosa fare.

Con questa diagnosi, passi i giorni successivi sul divano di casa, piuttosto infelice. Ma presto ti sentirai meglio perché sei giovane, sano e forte. Beato te. Ma hai infettato il tuo migliore amico durante quella visita a casa. E poiché non sapeva di essere infetta, ha visitato suo nonno di 82 anni, che usa l’ossigeno per aiutarlo a respirare perché ha la BPCO e problemi di cuore. Ora è morto.

Anche il tuo collega, che ha l’asma, l’ha preso al tuo pizza party. Ora è in terapia intensiva e l’ha dato anche ai familiari, che non lo sapranno per altre due settimane.

Il tizio che ti ha fatto pagare la pizza al ristorante, ha portato il virus a casa con sua moglie che ha la sclerosi multipla che la rende immunodepressa. Lei non è fortunata come te, quindi la portano all’ospedale perché non riesce a respirare. Potrebbero dover indurre il coma e intubarla. Potrebbe non essere in grado di dire addio ai suoi cari. Potrebbe morire circondata da macchine, senza i suoi familiari intorno.

E tutto questo perché eri a disagio con la maschera, o non avevi voglia di stare a casa o di cambiare le tue abitudini per un po’. Perché lei ha il diritto, sopra ogni altro diritto, di continuare a vivere la sua vita normalmente e nessuno, e intendo nessuno, ha il diritto di dirle cosa fare.

#SocialDistance = non si tratta di te.

#UsaMascarilla = non si tratta di te.

#StayAtHome = non fa per te. 


Regolamenti per l'uso delle spiagge.

Qui potete scaricare in pdf tutte le informazioni sul regolamento della spiaggia.

Abrir chat